I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Quando l'arte si sposa con la solidarietà

Milano, giovedì 11 dicembre un appuntamento da non perdere. Giorgio Melzi milanese di nascita ma giramondo per vocazione si presenta al pubblico milanese con una sorprendente serie di opere dal titolo "Carte d'autore"
Trenta fogli "appesi" con le pinzette delle grucce, insofferenti di cornici e recinti, liberi di volare negli sconfinati territori della fantasia, saranno presentati a Milano in Via Borsieri, 12 nello spazio dell'Associazione Carmilla.

Il maestro Giorgio Melzi, impegnato da anni sul fronte della solidarietà, collabora in questo Natale, con Ta-Amà "Mani in aiuto" Onlus. Il progetto che l'artista sostiene è "la vigna de Maria Chaves" a Capoverde: una manciata di isole davanti alle coste del Senegal, in mezzo all'Oceano. Rocce, sabbia, terre senz'acqua e arse dal sole: come si possa aver creato a Fogo – sotto la guida di esperti tecnici italiani e coltivata dagli abitanti del luogo- una vigna di 25 ettari alimentata dalla poca acqua piovana autunnale e da un moderno impianto di irrigazione goccia a goccia, rimane ancora un interrogativo, eppure tutto ciò è stato realizzato!. La vigna e l'annessa cantina di Monte Barro hanno prodotto l'anno scorso le prime 30.000 bottiglie che sono state vendute nelle isole e in Europa.

E' noto che Melzi negli ultimi 15 anni, dall'inizio di questo terzo secolo, non ha mai perso l'occasione di condividere serate di charity: ricordiamo i "calendari d'autore", riproduzione di una sua opera a tiratura limitata (nel 2000 solo 150 copie sino ad arrivare al 2008, a grande richiesta, con 3.000 stampe) con i quali ha sostenuto progetti di sviluppo e di solidarietà insieme a numerose associazioni benefiche, tra cui Lega Nazione dei Tumori, Medici senza Frontiere, Salva La Musica, ABIO.
Sempre attento alle tematiche sociali della sua Milano, quest'anno l'attenzione si spinge ben oltre confine.
"Dipingere significa guardare sempre verso il futuro - spiega l'artista - porsi domande e al contempo darsi degli obiettivi. Chiedersi Cosa posso fare io? é un prezioso punto di partenza.
Comunicare e raccontare attraverso il mio lavoro significa avere, oltre che il piacere, anche il dovere di esporsi un pochino di più. Affacciarsi al mondo e sporgersi consapevolmente nel vivere pienamente le emozioni, lasciandosi inebriare dalla bellezza, ma anche accettando e affrontando la quotidianità che, priva di scrupoli, non nasconde fatti, talvolta, crudeli e difficili da assimilare.
Nel mio piccolo, a cospetto della crisi mondiale e quindi anche del nostro Bel Paese, mi trovo impotente, inerme di fronte alle grandi difficoltà, disagi, intolleranze, mancanza di rispetto e di umanità.
Le mie mani, estensione delle mie emozioni, impegnate nel dare un volto alla tela, possono diventare le mani di tutti, investite del potere di scegliere di ridare vita a una terra povera, che può rappresentare speranza e concedere nuove opportunità ai suoi abitanti. Come una metamorfosi, un piccolo contributo, se elargito insieme, si trasforma in un contributo un po' più grande e poi ancora più grande. L'arte può e deve sposarsi con la solidarietà perché ogni piccola offerta può essere un magnifico dono per chi ne ha bisogno e anche per noi stessi."

La serata verrà presentata da Giovanni Battezzato attore, doppiatore e speaker, "voce ufficiale di Giorgio Melzi" ma conosciuto dal grande pubblico per le sue numerose apparizioni da Casa Vianello a Cento Vetrine ai Cesaroni e altre fiction e voce ufficiale di Expert.

Il progetto di AndEventi Communication con la curatela di Alessandra Anna Meneghetti, è sostenuto dall'Agenzia
Asset – consulenti media - di Torino. Con la storica collaborazione di Top Digital, l'innovativa società milanese di produzione e post-produzione audio, legata in modo significativo, al percorso dell'artista. Un rapporto quasi ventennale quello, tra Top Digital e Giorgio Melzi, testimoniato dalla struttura che ospita l'artista nella sua vera essenza, attraverso un'esposizione permanente delle sue opere.

La serata sarà accompagnata da uno "speciale" intrattenimento musicale: Germano Lanzoni (un cunta bal ma di quei giust) con Giorgio Melzi (de prufesiun artista cul penel e creatif) in "Ciciarem un cicinin in meneghin". Lanzoni, speaker e meglio conosciuto come "un giullare contemporaneo", fondatore di Democomica – voce ufficiale del Milan e direttore artistico allo spazio "MIL" di artisti con linguaggi contemporanei – teatro – danza – comicità; e dal "menestrello" polistrumentista – "compagno di avventure del giullare" e voce di Fonomeccanica e Tupperware "Progetto di street music" Orazio Attanasio.

Materia, colori, suoni: un'esperienza sensoriale completa, un modo per conoscere un grande artista e per ritrovare, attraverso la sua inesauribile carica vitale, anche noi stessi.
Grazie a tutti gli amici che sostengono l'iniziativa, Giorgio Melzi - AndEventi Communication - Asset Media – Consorzio del Parmigiano Reggiano – F.lli Gancia - Top Digital – Giovanni Battezzato – Germano Lanzoni – Orazio Attanasio.